Notizie

In giro per la CittÓ

12/04/2015

Quartiere Ferrovia
Un anno di comitato

di Umberto Mastromartino

UN ANNO PASSATO INSIEME PER LA RINASCITA DEL “NOSTRO “ VIALE

 

Dodici mesi, sono quelli trascorsi dalla fondazione del Comitato ”Quartiere Ferrovia”. Esattamente un anno fa, il CIV “CIVADO” CONFCOMMERCIO, insieme ad altri operatori commerciali,PARROCCHIA, RESIDENTI, associazioni di volontariato, decisero di riunirsi e fondare un  comitato  che avesse  quale scopo principale quello di ridare lustro e riqualificare il Viale della Stazione: una volta salotto buono per il passeggio e la vita “mondana”  di tutti i giorni dei foggiani; ma anche “cartolina” e “biglietto da visita” per quanti giungevano  in città  con uno dei tanti treni che, allora, arrivavano a Foggia da ogni parte d’Italia e non solo. Accolti in una piazza, quella di Vittorio Veneto, con la fontana zampillante; il verde curato e pulito, con tanti fiori in primavera.   Un Viale bello, luminoso, alberato, pulito, sul quale esercitavano tante floride attività, impegnate nei più vari settori inoltre, Cinematografi, teatri, alberghi, ristoranti, grandi e importanti Uffici. Attività che richiamavano tante persone e dove il passeggio di famiglie, bambini, ragazzi, rappresentava la quotidianità e rendeva il Viale cuore pulsante di una citta’ a sua volta viva e produttiva. Da qualche anno tutto questo, per tante ragioni, è andato perso. Il Viale, il quartiere, è sotto gli occhi di tutti, ha perso la propria identità, anche perché, venendo meno i cine-teatri la banca d’Italia insieme alla disattenzione dei nostri amministratori verso la manutenzione e il mantenimento del decoro,la bieca decisione di molti proprietari di fittare i propri immobili ad extracomunitari che hanno aperto attività di somministrazione  hanno svalutato e svilito l’intera zona, tant'è che  molte attività commerciali hanno smesso di investire  o addirittura sono andate via,il viale è quindi diventato facile” preda” di abusivi, extracomunitari irregolari, prostitute, vandali, vagabondi e oziosi di ogni genere etc. etc. di conseguenza, il “passeggio” dei foggiani si è spostato in altre zone. Non può neanche sottacersi il contestuale “abbandono” a se stesso che le forze dell’ordine hanno riservato al nostro quartiere sia dal punto di vista dell’ordine pubblico che della microcriminalità.

 Per dire la parola “basta” allo scempio di una delle zone più belle di Foggia e storicamente, dopo la parte antica intorno a Via Arpi, più importante (basti pensare alla stazione inaugurata 151 anni fa), il “Comitato del “Quartiere Ferrovia” dalla sua costituzione, e in un solo anno di vita, si è reso promotore e attivo con tante manifestazioni che hanno sempre riscosso notevole successo tra la cittadinanza e tutte intese a “riportare” in “centro” i foggiani. Solo infatti “reimpossessandoci” del Viale e di tutta la zona circostante, potremmo riuscire nell’intento di riqualificare il tutto. In questa operazione, di risveglio delle coscienze e riaffermazione dei diritti e della possibilità per i foggiani di “vivere” il proprio Viale, il Comitato “Quartiere Ferrovia” sta svolgendo un ruolo primario e non certo facile,   che richiede impegno, sacrificio da parte dei soci del sodalizio e di quanti risiedono nel quartiere, ma anche il concorso delle varie istituzioni: Forze dell’Ordine, Amministrazioni locali, forze politiche, sociali , religiose. Grazie al nuovo impulso dato dai soci, il comitato in questi 12 mesi è riuscito ad organizzare e portare sul Viale diverse manifestazioni, tutte di successo. Basti ricordare: la Notte Rosa, Fotomusicando, i mercatini di Natale, il Carnevale Dauno, la “passeggiata” organizzata per far tornare i foggiani a passeggiare, appunto, lungo il Viale, che ha riscosso un inaspettato successo per numero di partecipanti. Segno inequivocabile di un interesse a che tutta la zona torni ad essere fruibile e sicura. Tante anche le iniziative sociali e culturali, come la presentazione di libri, incontri per celebrare i 150 anni della stazione di Foggia e , da qualche settimana, l’importante riapertura del Cine-teatro Cicolella con gli spettacoli di cabaret che pure stanno riscuotendo successo ma, soprattutto, riportano “luce” e “movimento” sul Viale. In tutto questo è stato ovviamente determinante l’apporto dei commercianti che hanno la loro attività nel quartiere; della Chiesa Parrocchiale  e dei parroci che si sono susseguiti; delle istituzioni comunali che, con i vari assessorati, hanno concorso, anche dal punto di vista materiale, all’organizzazione  dei tanti eventi, concedendo, per esempio, la chiusura delle strade e la creazione di zone pedonali provvisorie e la presenza dei Vigili Urbani . Così come è “ritornato” l’addobbo natalizio lungo la strada. La risistemazione delle panchine e l’ordinanza “antiabusivismo”. Segnali positivi, certo non ancora sufficienti affinchè si raggiunga uno “standard” di qualità di vita lungo il viale, soddisfacente, ma almeno si sono  ”mosse” le acque. Si auspicano, ora, i componenti del comitato, che venga garantita maggior sicurezza ( l’installazione di videocamere per la sorveglianza anche sul Viale dovrebbe rientrare nel nuovo piano allo studio del comune di Foggia), magari con un posto fisso di vv.uu, per es su Piazza V.Veneto o con un ufficio sotto i portici della Piazza stessa; maggiore presenza e pattugliamento della zona, la potatura del verde, certamente sarà sistemata la fontana di piazza Vittorio Veneto, probabilmente nelle aiuole del viale, oggi spoglie, verrà piantata della dicontra. Si augurano, ancora,  che nel prossimo piano nel quale verranno definite le manifestazioni  da tenersi in città, alcune di esse vengano delocalizzate e istituite non solo sulla zona pedonale, ma anche lungo il Viale; che si provveda a sostituire i lampioni rotti e le lampade fulminate, cosa che già è stata portata all’attenzione dei competenti organi, dai quali si è ricevuta positiva rassicurazione in merito.  Insomma c’è ancora molto da fare ma quest’anno di attività del comitato cittadino non è trascorso invano. Ci auguriamo infine, che il prossimo compleanno porti ancora altre novità. Le iniziative in cantiere sono tante e anche l’ottimismo sia dei componenti del comitato, che dei residenti inizia a crescere.

 

Per il"Comitato addetto alla comunicazione del “Comitato Quartiere Ferrovia": Dr Salvatore Aiezza, addetto alla comunicazione.

 

 


Facebook Twitter Google+